Home La nota Archivio la nota Belfagor TGweb Archivio DirettaVideo Meteo Scavi WebRadio MondoTV

 

CARMELO FODARO

 

Ho avuto il privilegio di conoscere e poi vantare la sua amicizia diventata fraterna, il pittore Carmelo Fodaro uno fra i più quotati, personaggio schivo riservato e assolutamente modesto. Nato a Borgia, vive a Roma dove svolge in massima parte la sua attività artistica. Tutti gli anni trascorre le sue vacanze nel paese natale nella sua residenza estiva, in campagna, dove accoglie amici, parenti con un calore ed affetto che lo contraddistinguono. Il maestro Fodaro ha avuto la fortuna della figura paterna, un pittore affrescatore di chiese ed uno zio scomparso in giovanissima età, grandissimo disegnatore, scultore, che lo hanno avviato alla più alta delle arti. Hanno anche, influito sulla sua estrema professionalità, tanto è vero che il maestro è uno stacanovista del cavalletto o del torchio a cui dedica oltre dieci ore di lavoro giornaliero. Nonostante ciò non è mai stanco e mai definitivamente soddisfatto dei suoi risultati, è continuamente alla ricerca di perfezionamenti tecnici, stilistici e formali che gli consentono di aggiungere vette altissime, che poi è la caratteristica degli artisti non effimeri. Carmelo Fodero è un artista che pensa; ma essenzialmente artista che dipinge con una sapienza antica. Egli nasce da sè, dalle proprie inclinazioni culturali, dai suoi sentimenti, dalla propria tenacia nell’esperienza dei mezzi e dei risultati comparativi.

Alberto Sughi uno dei massimi pittori italiani dice di lui:

 ”Il lavoro a cui Carmelo Fodero, in questo ultimo scorcio di tempo, ha dato forma propone una riflessione attenta alla pittura nella nostra Contemporaneità. La sua immaginazione di artista si ripiega su se stessa per lasciare il campo a inquietanti interrogativi sul rapporto sul rapporto esistente oggi tra arte figurativa e società” Al centro delle opere di Fodaro, scrive Ennio Calabria, l’uomo meridionale si proietta in una realtà dove la natura si trasforma in una luce che l’attraversa e lo fa trasparente ed Iridescente come in alcuni suoi quadri”

Hanno scritto di lui: Carlo Levi, Leonardo Sinsgalli, Ennio Calabria, Bellonzi, Sughi, Lunetta, Elio Filippo Accocca e tanti altri fra pittori, scrittori e critici d’arte.

Le sue opere sono esposte in tutte le gallerie del mondo, nella nostra regione ha eseguito opere in Borgia, per la chiesa Dell’Immacolata, per la sala consigliare, nell’aereoporto di Lamezia Terme.

La Regione Lazio gli ha dedicato una mostra antologica nel museo di Palazzo Braschi. Una sua Opera è presente nei Musei Vaticani. Ha esposto alla Mostra Internazionale di Grafica “ La Pace Nel Mondo” a Recanati ed stato presente con le sue opere nelle mostre più titolate in Russia, Sud America, Francia e Spagna.

Giuseppe Passafaro