Home La nota Archivio la nota Belfagor TGweb Archivio DirettaVideo Meteo Scavi WebRadio MondoTV
Personaggi e Artisti
 » Francesco Guerrieri
 » Carmelo Fodaro
 » Ugo Ortona
 » Giuseppe Rocca
 » Giovanni Sinatora

»

LeonardoRussomanno
» Romualdo Citraro
» Enrique Cordaro
» Salvatore Zofrea
TGWEB - NOTIZIE
 

 

Pubblicità Progresso

 
 

Webtvborgia- Chat
 

WebMaster TA

 

WebtvBorgia Precisa
 

 

 

Webtvborgia preferiti
  TI PIACE IL SITO?
Se la tua risposta è sì, aggiungilo all'elenco dei tuoi PREFERITI

 
 

 

 
 

ANTEPRIMA NEWS                   

Lia DREI - Foto coordinata dal Maestro Francesco GUERRIERI;

 scatto originario di Sergio PUCCI; fotomontaggio di Pino MANNARINO

 

UN GRANDE AMORE E BEN ALTRO DI PIÙ

 

MAI PIU’

Mai più, mai più
potrò sfiorare il tuo volto,
guardare nei tuoi occhi neri,
intuire i tuoi pensieri,
i tuoi sentimenti profondi,
le immagini sempre nuove
dei tuoi sogni colorati.
L’ardimento di Lia Drei
nelle sfide della vita
ora ha dovuto cedere
al male crudele portatore di morte
che ha spezzato la meravigliosa unità
del nostro "essere coppia per sempre",
sbriciolandomi
nei ricordi e nelle lacrime
di chi è per metà sopravvissuto.

FRANCESCO GUERRIERI (25.03.2005)

UN GRANDE AMORE ILLUMINATO DA RIFLESSI E FORME D’ARTE.
INATTACCABILE DAL TEMPO – MAI PERDUTO
LIA DREI E FRANCESCO GUERRIERI

L’uomo, allo specchio.
Indulge.
Si ama?
L’uomo, allo specchio.
Non può nascondere le brutture.
Fugge.
L’uomo, alla finestra.
L’uomo guarda, solo vede.
L’uomo, non osserva.
L’uomo. Si rintana.
Di cosa ha paura?
Qual è il buio più profondo?
Dove alligna il più spaventoso dei mostri?
A quali radici si aggrappa; con quali forze resiste a sé stesso?
E perché scatta, irruente, e ammazza?
E la natura, MADRE NATURA, è sempre benevola?
E gli altri? E quelli che hanno sedato il mostro e ci narrano un mondo altro, migliore, da conseguire attimo per attimo, da amare, amandosi?
E gli altri, quelli che si amano e illuminano, come lo fanno, come ce lo dicono?
°°°°°

La luce. L’arte. Tutto ben oltre ogni tenebra e, finalmente, il diradarsi eterno.
È quel che ci pare di cogliere in un grande amore.
Come narrarlo?
Questa la metafora che ci era apparsa nella mente, dopo una veloce irruzione nella complessità e nelle convulse capriole del mondo:
un mare finalmente calmo; luce lunare; sabbia fine, rosea; ombre tranquillizzanti; un falò; musica; incontri eleganti, quieti, affascinanti.
Tutto ascoltando:

http://www.youtube.com/watch?v=CoUOrLe4vlY

il cui testo in Italiano suona più o meno così:
Volevo che lo sapessi/Amo il modo in cui ridi/Voglio renderti felice e soffiare via il tuo dolore/ho la tua foto/So che mi ha assistito bene/Voglio renderti felice e soffiare via il tuo dolore/Perché sono a pezzi quando sono solo/E io non mi sento bene quando te ne vai lontano/Sei andata lontano/Non mi senti più qui, non più/Il peggio é passato ora e possiamo respirare ancora/voglio renderti felice, tu soffi via la mia sofferenza/E’ rimasto ancora cosi tanto da imparare/E non é rimasto nessuno da combattere/voglio renderti felice e soffiare via la tua sofferenza/Perché mi sento a pezzi quando mi apro/E io non sento di essere abbastanza forte/Perché mi sento a pezzi quando sono solo/E io non mi sento bene quando te ne vai lontano
Sostituendolo, poi, con Mare d’inverno, voce di Loredana Bertè:

http://www.youtube.com/watch?v=AILftA3E1R4

È un po’ difficile, attualmente, restituire credibilmente immagini come questa.
E allora? Ne abbiamo una di riserva e ci pare inevitabile utilizzarla (nulla di più facile):
il virtuale non è un mostro a mille teste, non lo è obbligatoriamente. Può, infatti, divenire l’ideale luogo di incontro, di scoperta, di semina.
È nel web, nel virtuale, dunque, che abbiamo potuto conoscere il Maestro FRANCESCO GUERRIERI ed è grazie al virtuale e alla sua disponibilità che abbiamo potuto sapere di LIA DREI e della loro storia d’amore.
È ancora nel web che abbiamo potuto approfondire e raccogliere frutti copiosi di due vite divenute UNA.
Tendere verso l’Unità; deve essere stata l’essenza della ricerca di Lia DREI. Questo ci suggerisce ciò che sappiamo di lei.
È per questo, forse, che da ore non facciamo altro che tentare di coniugare quel che apprendiamo su questi due Artisti con l’essenza dell’UNIVERSO, quella che ci pare di cogliere nelle prime tre lettere e invertendo-giocando con VERSO?
VERSO L’UNO.
L’essenza…ci pare di cogliere suggestioni esoteriche anche nella biografia redatta da Cinzia FOLCARELLI, alla luce degli scritti di Lia Drei e della narrazione fatta da Francesco Guerrieri.
La si può leggere, noi diremmo la si DEVE leggere, nel portale di Lia:

http://www.liadrei.it/biografia

Inizia con un pensiero della stessa Lia Drei tratto da Diari, 1 gennaio 2004:
"Il 1° dell’anno assomiglia a una tela bianca messa sul cavalletto in attesa di mettersi a dipingere.
Chissà che verrebbe fuori se dessi una cinquantina di pennellate, ogni giorno, a quella tela adesso bianca. Quanti cambiamenti e quanti ripensamenti. La vita invece si svolge ad attimi, e una volta che l’attimo è passato non lo si può cambiare più".
È una bella biografia.
L’attrazione che abbiamo avvertito verso le due personalità artistiche è forte, irresistibile. Molto è dovuto alle parole di Cinzia Folcarelli e a una immagine in bianco/nero di Lia, con le mani che accarezzano il mondo pittorico colorato di Francesco. L’attrazione ci ha trascinato anche verso il buco nero della nostra ignoranza.
L’originale della foto che si può qui ammirare su licenza a noi concessa una tantum dal Maestro Francesco Guerrieri, coordinata dallo stesso, è stata realizzata da Sergio Pucci.
Vi è poi stato un fotomontaggio realizzato da Pino Mannarino che ha restituito i colori al quadro.
La tela che Lia tiene in mano è il bozzetto-progetto dell’opera "Struttura A10" del 1968 ( che si può vedere nel portale di Lia Drei -opere 1963-1968); appartiene alla Fondazione VAF/stiftung di Francoforte sul Meno (D). Notizie gentilmente fornite dal Maestro Guerrieri.

Il centro da cui è partito il vortice di irresistibile potenza lo identifichiamo nell’analisi degli effetti cinetici e cromatici. L’interesse di Lia per il tondo, le ragioni per le quali vi giunge, sono dei possibili strumenti da utilizzare per conoscere l’Artista ma anche per svelare l’essere umano, i suoi bisogni, le sue ricchezze. Forse consentono anche di spiegare come mai giunge a immaginare un mondo "altro" che sia non solo quello delle immagini, anche quando le parole non compaiono: l’incontro con il poeta Adriano Spatola a ciò conduce.
Ne dà conto anche la biografia di Cinzia Folcarelli:
Nel 1968 Lia Drei conosce Adriano Spatola, poeta d’avanguardia, e tra i due inizia un sodalizio artistico che porta all’ideazione di un libro non di parole ma di forme, le stesse forme geometriche da lei usate ed amate, il tondo, il quadrato e il triangolo rettangolo, con i loro molteplici significati simbolici risalenti alle civiltà di oggi e di ieri. Così nasce il libro d’artista Iperipotenusa, edito nel 1969 da Geiger di Torino, che con i successivi Love’s fragments (1980), Kaleidoscopio (1988) e The Painted Diamond (1991) costituisce la Quadrilogia del Triangolo Rettangolo, acquisita dalla Biblioteca del MOMA di New York, dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna, dalla Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea e dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma. Per Iperipotenusa l’artista riceve, nel 1979, il Premio Libro d’Artista dell’Università degli Studi di Urbino.
Crediamo che in tutto ciò vi sia anche una lectio magistralis: chi si occupa di immagine, di arte in genere, non può ignorare i retroscena delle grandi Opere. Nel nostro caso, operando con la fotografia, abbiamo potuto scoprire la chiave di lettura delle immagini attraversate da forme in diagonale, la loro capacità di condurre lo sguardo di chi guarda verso il vero centro della fotografia.
Dovremo approfondire – rivalutare la funzione del tondo, quella del triangolo…

Alessia e Michela Orlando

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Sito web Gianni Guerrieri

E' con noi in Radio

l'attore calabrese

Gianni Guerrieri

Pino Michienzi
 

E' con noi in Radio l'attore Catanzarese Pino Michienzi

 

Oroscopo
 

WEBRADIO OROSCOPO DEL GIORNO

 

 

Meteo
 

 

Massimo Froio

 

Webtvborgia Home Page
  Trovi webtvborgia Utile? Se la tua risposta è sì impostalo come pagina iniziale. Clicca QUI

 

 

 

 

 
WEBMASTER  TA 1997 - 2008  TUTTI I DIRITTI RISERVATI